Ritorna la suggestione di un visore AR targato Apple, nel codice sorgente di iOS 13 sono stati scovati degli indizi che ricondurrebbero al nuovo dispositivo.

Da parecchi anni a questa parte si è sempre parlato di un possibile lancio di un visore AR prodotto da Apple, ma più volte queste voci sono state infondate. La “svolta” sembra essere arrivata in questi giorni: il noto portale macrumors.com ha individuato alcuni indizi, all’interno della beta di iOS 13, che porterebbero ad un progetto per questo dispositivo di realtà aumentata.

All’interno di iOS 13, infatti, è stata trovata un’applicazione denominata “STARTester” che è in grado di attivare o disattivare una modalità di utilizzo “head-mounted”. Questa modalità, molto probabilmente, occorre per replicare le funzioni di un visore a realtà aumentata su un iPhone, il tutto come intento di un test.

Non è finita qui. Nel codice sorgente del sistema operativo è stato trovato un file “README” il quale descrive un sistema “StarBoard” per l’audio stereo delle applicazioni AR. Quest’altro indizio ci fa pensare che Apple che sta cercando di sviluppare un dispositivo, dotato della realtà aumentata, con il nome in codice “Garta“.

Andando ad analizzare a fondo nel codice di iOS 13 possiamo trovare diverse stringhe che fanno riferimento alla “modalità StarBoard” e in generale alla realtà aumentata, come “ARStarBoardViewController” e “ARStarBoardSceneManager“.

Gli analisti del settore hanno già confermato la produzione del visore AR da parte di Apple, addirittura il dispositivo dovrebbe arrivare nel mercato già dagli inizi del 2020. L’azienda di Cupertino ha anche deciso di dedicare un sistema operativo ad-hoc basato su iOS e denominato “rOS“.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.