Una scoperta a dir poco colossale sta provocando serie preoccupazioni a mamma Apple.

Tutto il mondo Apple è in tensione a causa di una scoperta che potrebbe avere delle conseguenze smisurate. E’ stato di fatti da poco scoperto che sarebbe presente una grave falla nel sistema che permetterebbe di effettuare il jailbreak in modo permanente. Nominata checkm8, ovvero ‘scacco matto’, la falla non è altro che un bootroom exploit relativo al codice utilizzato in fase di avvio del sistema.

L’exploit, scoperto da un ricercatore, non interessa gli iPhone di recente produzione. Nello specifico, va ad interessare tutti i i SoC realizzati da Apple, partendo dal chip A5 (iPhone 4S) fino all’A11 (iPhone X), al contrario dall’A12 Bionic (iPhone XS e XR) in poi la problematica è stata risolta definitivamenete. Checkm8 permetterebbe quindi al jailbreak di risorgere dalla proprie ceneri e, speriamo di no, metterebbe a rischio la privacy di milioni di utenti.

Ciò che turba il mondo della mela mangiata, non è solo la possibilità di effettuare un jailbreak permanente, ma trattando di un elemento di sola lettura, anche l‘impossibilità di risolvere il problema per mezzo di un aggiornamento software.  Questo consentirebbe non solo il downgrade di iOS, ma anche l’utilizzo di firmware e applicazioni non ufficiali. Momentaneamente, questa falla può essere sfruttata solo per mezzo di un collegamento USB e di un computer, rendendo quindi impossibile un vero e proprio jailbreak. Non è detto però che questo impedimento non possa essere raggirato in qualche modo.

Apparto circa dieci anni fa, l’ultimo exploit della bootroom era stato “limera1n”  per i dispositivi con chip A4 e precedenti, inclusi Phone 4, iPhone 3GS, terza e quarta generazione di iPod touch e il primo iPad.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.