Una domanda inferiore alle previsioni ha costretto la società di Cupertino ad abbassare il piano di produzione degli ultimi tre iPhone, in particolare quello del modello XR

Come riportato dal Wall Street Journal, nelle ultime settimane Apple ha tagliato la produzione degli ultimi tre iPhone presentati lo scorso 12 settembre, ossia iPhone XS, XS Max ed XR. La società di Cupertino non è riuscita a prevedere correttamente la domanda del mercato per i nuovi dispositivi e l’aver lanciato nello stesso momento 3 diversi modelli di smartphone ha determinato un vero e proprio “flop” per le aziende produttrici. Di conseguenza anche le borse asiatiche perdono, con Tokyo che chiude in calo del 2,06%.

Il crollo di Apple appesantisce tutto l’hi-tech e spinge i listini americani in profondo rosso, con il Dow Jones in calo del 2,29%. Apple archivia il suo lunedì nero in calo del 5,04%.

 

Taglio netto alla produzione di iPhone XR

Apple ha iniziato a vendere gli iPhone XS e XS Max a settembre, mentre solo il mese scorso ha commercializzato l’iPhone XR,  “l’entry-level” che ha un prezzo di partenza di 749€. Sin da Ottobre, Apple, avrebbe fatto scattare una riduzione di fino ad 1/3 della produzione, 70 milioni di unità. Più precisamente, si è passati dai 377,8 milioni di unità commercializzate nel terzo trimestre dello scorso anno ai 355,2 milioni dello stesso periodo del 2018. Si tratta del quarto trimestre consecutivo in cui si registra una contrazione. Motivo principale di questa frenata sono i prezzi troppo alti, insieme ad una sostanziale assenza di novità rilevanti tra i dispositivi messi in commercio dalle diverse case produttrici.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.