The Information riporta un modello di ”tattiche dubbiose” svolto da Huawei per ottenere la tecnologia dai rivali

Huawei è nell’occhio del ciclone ormai da tempo. Nel mesi scorsi, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha mosso pesanti accuse nei confronti del colosso cinese per aver rubato segreti commerciali.

I particolari sono portati alla luce da The Informationil quale ha pubblicato un report contenente una serie di attività volte al conseguimento di informazioni confidenziali dei maggiori concorrenti, Apple in primis.  Per fare ciò, Huawei si è avvalso dei propri dipendenti utilizzando un programma a premi che variano in base al valore confidenziale delle informazioni raccolte.

Vediamo i casi

Un caso concreto ad esempio riguarda l’ingegnere di Huawei. Il collaboratore ha rintracciato il fornitore che realizza il sensore di frequenza cardiaca per Apple Watch.  Stando alle varie testimonianze, l’ingegnere ha organizzato l’incontro con il fornitore illudendolo di una lucrosa collaborazione, ma lo scopo della riunione era quello di ottenere i segreti riguardanti il noto smartwatch. Un secondo capo di accusa, invece, riguarda uncomponente del MacBook Pro. Nello specifico, la società ha realizzato un connettore per il suo MateBook Pro simile a quello utilizzato nel MacBook Pro di Apple del 2016.

Secondo quanto riportato da The Information, questi sono alcuni dei numerosi casi di come Huawei abbia tentato di sottrarre informazioni. Un ex dipendente di Apple ha dichiarato di essersi presentato a un colloquio di lavoro presso Huawei subito dopo aver lasciato Apple. Durante il colloquio, i dirigenti di Huawei hanno ripetutamente fatto domande sui prodotti imminenti di Apple.

Le accuse però vanno ben oltre Apple. Huawei non solo è tacciata di avere derubato T-Mobile della tecnologia robotica per testare la durata degli smartphone, ma anche di frode bancaria e telematica contro il capo dell’ufficio finanziario Meng Wanzhou.

 C’è da dire che gli americani stanno mettendo in atto piani di convinvimento degli alleati nell’abbandonare Huawei come fornitore di strumentazioni per lo sviluppo del 5G, a causa di timori sullo spionaggio per conto del governo cinese. A seguito di ciò non è mancata la risposta del presidente, Xu Zhijun :

Non c’è nessuno modo in cui gli Stati Uniti ci possano annientare. Il mondo non può fare a meno della tecnologia della compagnia cinese che è “avanzatissima”. Se le luci si spegneranno in Occidente, in Oriente contineranno a splendere. L’America non rappresenta il mondo. Anche se convinceranno altri Paesi a non utilizzarci temporaneamente potremo sempre ridurre il personale e diventare più piccoli

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.