Definitiva la data in cui sarà lanciata la nuova gamma di Mate con o senza Google.

Huawei lancerà la nuova serie di Mate 30 il prossimo 19 settembre a Monaco di Baviera. La data è stata ufficializzata nonostante la lunga serie di diatribe con il governo Trump. Per rinfrescarvi la memoria, il governo americano aveva bannato Huawei dagli Stati Uniti. Nonostante la serie di bisticci tra i due colossi, l’azienda cinese ha deciso comunque di lanciare le sue nuove creature.

Non avendo ancora sbloccato i negoziati internazionali, Huawei ha deciso comunque di lanciare i nuovi Mate con o senza app e servizi Google. Nel secondo caso, il colosso di telefonia sarebbe indotto a lanciarli solo per il mercato cinese. Per l estero, dovrà attendere Harmony OS.

Sebbene questa non sia ancora notizia certa e non si sappia ancora nulla del design, ciò che abbiamo di certo è la data di lancio del prossimo top di gamma, ossia Mate 30 Pro, in anticipo rispetto al passato.  Il presidente della divisione Huawei Consumer Business SoftwareDr. Wang Chenglu, ha rivelato particolarità in merito all hardware del nuovo top di gamma. Il Mate 30 Pro disporrà del processore Kirin 990, potente e nettamente migliore rispetto alle soluzioni previste della concorrenza.Kirin disporrà di supporto al 5G e sarà anche Standalone, ossia potrà connettersi direttamente alle reti 5G senza dover usare il 4G.

Mate Pro avrà una scheda tecnica quindi di rilievo e, anche se le caratteristiche non sono ancora state rese note ne confermate, le elenchiamo qui di seguito:

  • Display 6.7-inch, 90Hz, BOE AMOLED
  • Lettore impronte sotto al diplay
  • Fotocamente: 40MP + 40MP + 8 + TOF
  • Fotocamera anteriore 32MP
  • Kirin 990
  • FIno a 12GB di RAM
  • Fino a 1TB di memoria UFS 3.0
  • Batteria 4500mAh
  • Ricarica 55W

Come di consueto, saranno messi sul mercato vari adattamenti del Mate 30 Pro e il modello 5G uscirà per ultimo, si presume verso dicembre.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.