Il 2019 promette molto bene per quanto riguarda il mondo mobile, finalmente le tecnologie che permettono uno svecchiamento del Design dei dispositivi in commercio, sono mature e affidabili, tra tutte una sola sarà la più adatta al nostro uso quotidiano, tu quale preferisci?

Dopo un paio di anni in cui tutti gli smartphone erano identici sia in termini di Design, ma anche in termini di materiali, in questo 2018 vari Brand hanno commercializzato degli smartphone veramente rivoluzionari hanno raggiunto il medesimo scopo, cioè differenziarsi e dare una “svolta” all’aspetto dei propri top di gamma.

Purtroppo come ben sappiamo non sempre rivoluzionare l’aspetto di uno smartphone viene gradito dall’utente medio, differentemente dai più appassionati, perché modifica l’uso quotidiano che si ha con il proprio device ed i piccoli movimenti che i nostri muscoli sono abituati a compiere ogni giorno.

L’esempio migliore che io possa fare è quello delle tastiere QWERTY fisiche, che con l’avvento di Display Touch screen, sono state sostituite da quelle virtuali presenti nei pannelli dei nostri device. Anche qui, non tutti gli utenti hanno cambiato subito device.

Con questo articolo vogliamo proprio testare i nostri lettori, per capire che tipo di design preferisce e sopratutto perchè?!

Prima di tutto analizziamo le diverse tecnologie già presenti sul mercato, quindi non parliamo di fantascienza, ma brevetti presenti in smartphone già in commercio.

UNIBODY

E’ il design più diffuso in commercio poiché presente già da diversi anni, con l’avvento del primo iPhone praticamente. Tale design è quasi perfetto perché Touch ID, fotocamera frontale, speaker e tutti i vari sensori sono nel posto adatto, per funzionare perfettamente ed essere comodi nell’uso quotidiano.

Non necessitano nemmeno gesture per utilizzare l’interfaccia perché nella parte bassa possono essere presenti i tasti soft touch, però purtroppo il display è piccolo rispetto alle dimensioni generali dello smartphone.

NOTCH

La variante successiva uscita sul mercato è quella con il Notch, cioè una tacca nella parte superiore del display che possiede al suo interno la capsula auricolare, la fotocamera e i vari sensori.

Tale metodo ha permesso ad Apple per esempio di rimuovere il bordo inferiore e i due laterali. Questo, aumenta vistosamente la percentuale tra display e superficie totale del terminale, però purtroppo presenta varie problematiche, sia per l’estetica, sia per le notifiche o simili. Molti produttori hanno adottato la tacca solo per un fattore estetico, di moda e non hanno rimosso il bordo inferiore nero rendendo inutile l’utilizzo di tale configurazione.

Attenzione, però, tale soluzione è valida solo se viene implementata come Apple con dei sensori dedicati che riconoscono il Volto in ogni condizione di luce, in maniera immediata e riconoscendo molti punti del viso aumentando la sicurezza al 100%.

GOCCIA

E’ stata adottata per la prima volta da Andy Rubin (co-creatore di Android) con l’Essential PH1 poi rivisitata e perfezionata da Oneplus nel 6T.

Questo design permette un display che prende il 96% della superficie totale del terminale, molto di più del Notch, lasciando spazio alle notifiche laterali.

Purtroppo però alle problematiche del Notch si aggiunge il poco spazio per inserire i vari sensori per il riconoscimento del volto in 3D. Necessita quindi di un sensore d’impronte nella parte posteriore.

Oneplus, invece ha percorso una strada differente per il metodo di sblocco, perfezionando il sensore biometrico per il riconoscimento dell’impronta digitale sotto il display, sensore che prima era abbastanza acerbo.
Quindi promosso il design a goccia secondo la nostra opinione, ma solo se perfezionato come fatto da Oneplus!

 

SLIDE ELETTRONICO

Niente bordi, niente fotocamera, niente speaker, niente sensori, niente di niente! Solo Display!

Questo è il fantastico Oppo Find X, che integra un pannello Dual Edge in stile Samsung rendendo i due bordi laterali inesistenti e con una maggiore graduazione estetica.

Questa particolarità, è permessa da un meccanismo totalmente elettronico e automatico che nasconde tutti i vari componenti all’interno dello smartphone stesso, mostrandoli al momento opportuno, come ad esempio per la fotocamera.

Secondo noi la soluzione più bella, pratica e funzionale attualmente in commercio, speriamo sia adottata anche da molti altri produttori in questo 2019.

SLIDE MECCANICO

Il medesimo impatto visivo dello slide Elettronico, lo abbiamo anche con lo Xiaomi Mi Mix 3, ma con qualche svantaggio rispetto ad Oppo Find X, come per il Face ID non in 3D.

Il metodo proposto dal colosso Cinese va forse un po’ capito, non piace a tutti, ma l’effetto secondo me è indiscutibilmente bello, poi come antistress non ha rivali e anche questo conta :)

 

CAM A SCOMPARSA

Display ampio e stupendo, cosi si presenta Vivo col suo flagship Nex S; il meccanismo in questo caso è molto piccolo, contiene solo la fotocamera frontale e usa un sistema automatizzato quando il software lo richiede.

Soluzione stupenda, ma anche in questo caso il riconoscimento del volto è praticamente scomodo e improponibile.

BUCO NEL DISPLAY

Questo secondo molti sarà il Design più optato nel 2019, infatti i leaks dei prossimi Samsung pare abbiano il buco nel display, ma anche Lenovo è al lavoro su tale tecnologia. La prima azienda a portarla sul mercato è stata Honor, costola di Huawei col suo View 20.

Questo metodo comprende un display senza bordi e con un piccolo foro che contiene la sola fotocamera; speaker e sensori invece integrati nel bordo superiore.

Secondo me ad esso si abbinerebbe, anche un bel sensore di impronte digitali sotto il medesimo display e i bordi dual Edge (entrambe caratteristiche molto quotate per i prossimi Galaxy S10).

Conclusione

Dopo avervi elencato e brevemente spiegato i vari metodi, ci teniamo a citare la tecnologia adottata nello ZTE Nubia X, cioè un secondo display nella parte posteriore in modo da sfruttare semplicemente la fotocamera posteriore per farsi i Selfie, ma secondo la nostra opinione non sarà adottata da altri brand visto le scarse vendite di tale terminale.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.