Scoperto un espediente molto semplice per aggirare il sensore dei Samsung di ultima generazione. Ecco come

La nuova gamma di smatphone Samsung è arrivata sul mercato italiano da circa un mese con delle novità degne di nota.  Un punto fermo di questi dispositivi è sicuramente il sensore di impronte sotto il display che sfrutta la tecnologia ultrasonica. Quest’ultima garantisce sicuramente maggiore reattività e sicurezza rispetto alla tecnologia ottica, ma non fino in fondo.

Il ricercatore darkshark ha dato prova di come sia possibile aggirare il sensore di impronte di Samsung S10 e Samsung S10+  tramite una semplice stampa 3D. In poche parole, non basterà altro che scattare la foto di un’impronta digitale lasciata su un bicchiere, elaborare l’impronta su Photoshop, realizzare un modello 3d e stampare questo con una stampante AnyCubic Photon LCD.

Dopo aver fatto ciò sarà sufficiente posizionare la stampa sul sensore, premere leggermente et voilà, il gioco è fatto. Lo smartphone si sbloccherà istantaneamente. Il ricercatore ha ottenuto il suo obiettivo alla terza prova di stampa con 13 minuti di lavorazione circa.

Nonostante sia presente un sensore ad ultrasuoni che soffre meno di tentativi di aggiramento, il fatto che uno smartphone venga sbloccato cosi facilmente non deve soprendere. Tutti i sensori, in qualche modo, possono essere sbloccati. L’esperimento del ricercatore vuole dimostrare proprio questo e farci prestare attenzione a un dettaglio rilevante. Infatti anche se l’esperimento può sembrare lontano da noi che siamo poco affini all’utilizzo di strumenti 3d, non è detto che sia lo stesso anche per qualunque malfattore che voglia accedere al nostro dispositivo.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.