Telefonate commerciali: ecco il nuovo prefisso per riconoscerle!

Il Garante per le comunicazioni ha deciso che le offerte commerciali, quelle che arrivano dagli operatori che ci propongono un nuovo abbonamento per il cellulare, per Internet a casa o per la pay-tv, dovranno essere immediatamente individuabili.

Oltre a queste sopracitate, anche le chiamate per ricerche di mercato e pubblicità dovranno essere facilmente individuabili tramite il prefisso 0844; in questo modo i consumatori saranno in grado di distinguere “al volo” i Call Center e di rispondere al telefono solo se realmente interessati. Con questo colpo, l’AGCOM “dice no” alle chiamate stressanti e alla perdite di tempo, schierandosi dalla parte degli utenti ancora una volta.

Il Garante ha individuato il numero “magico”, una regola di trasparenza che a dire il vero era già prevista dalla legge numero 5 del 2018 (in Gazzetta Ufficiale dal 3 febbraio). C’è però una “scappatoia”: un call center, incaricato di condurre una campagna di offerte per una società come Tim o Sky, ad esempio, potrà anche evitare lo 0844. Utilizzerà, come già avviene, un numero che inizia per zero (come se fosse di una città) oppure un numero che inizia per 3 (come se fosse di un cellulare).

Ovviamente il cittadino sarà libero di non rispondere alla telefonata perché non conosce quel numero. Subito dopo il cittadino potrà richiamare e raggiungere l’utenza dalla quale è partita la chiamata. Questa possibilità oggi gli è negata. Infine arriverà anche il prefisso 0843, dedicato ai call center che effettuano chiamate per indagini di tipo statistico; l’Istat, invece, avrà una numerazione differente.

Questi cambiamenti dovranno entrare in vigore entro 2 mesi; quindi, entro pochissimo potremo “dire addio” alle telefonate stressanti dei Call Center ed avere delle valide contromisure per non essere “bombardati”.

Cosa ne pensate della decisione di AGCOM? Fatecelo sapere nei commenti.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Related Posts

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.