Iliad è entrato in servizio da nemmeno una settimana, dunque rientra nella norma la necessità di qualche piccolo affinamento – come la questione degli IP francesi – per considerare completato il fisiologico rodaggio iniziale.
Anche gli altri operatori italiani però devono ancora sistemare alcuni dettagli per accogliere il nuovo avversario, come dimostrato da un’anomaliatecnica che sta affliggendo specialmente TIM, nel corretto riconoscimento dei nuovi numeri Iliad.

 

Iliad, il nuovo operatore di telefonia mobile francese, è da poco sbarcato in Italia e già inciampa in qualche problema. Negli scorsi giorni infatti alcuni clienti TIM e VODAFONE, si sono visti addebitare chiamate verso numeri portoghesi (ovviamente con tariffazione maggiorata dedicati ai numeri esteri). Non si è però trattato di chiamate internazionali ma di numeri Iliad riconosciuti in modo erroneo a causa di un bug e addebitati in maniera altrettanto erronea.

 

Problema Tim-Iliad: perché accade?

Sostanzialmente i numeri Iliad (a cui è stato assegnato il prefisso 351), viene riconosciuto da TIM erroneamente come un numero portoghese (il cui prefisso internazionale è, per l’appunto, +351). A causa di questo errore, TIM individua quindi alcuni numeri Iliad come internazionali applicando di conseguenza la tariffazione maggiorata dedicata all’estero.

Il problema invece non viene riscontrato se le chiamate effettuate da TIM vengono effettuate verso numeri che hanno eseguito la portabilità da altri operatori a favore di Iliad.

 

 

 

Come risolvere il problema?

Pare che per ora ci sia la necessità di aggirare il problema inserendo il prefisso italiano +39 e poi digitando il numero Iliad che si vuole chiamare. Questo sembra che accada soltanto per le chiamate in cui viene omesso il prefisso italiano +39, generando appunto questo problema. Per il momento, finché il bug di TIM non verrà risolto, sarà meglio inserire sempre il prefisso +39 prima di effettuare una qualsiasi chiamata.

 

Come procedere al rimborso?

Quanto appena detto, quindi, rappresenta la soluzione temporanea finché TIM non risolverà il problema in maniera del tutto definitiva.

A differenza di quest’ultima, che provvederà a rimborsare tutti i clienti che hanno pagato dei soldi in più, Vodafone ha già risolto il problema. Non c’è da preoccuparsi più di tanto, perché il problema verrà sicuramente risolto: è giusto una curiosità di cosa può accadere quando un nuovo brand entra in un qualsiasi mercato.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - SkyLeaks.it | Do not miss any TechNews - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.